Firmata la revoca del decreto di occupazione di Quadro Alto

Rifiuti, Sottile firma la revoca per Quadro Alto Vicesindaco: “Siamo in ginocchio, serve un risarcimento” / Politica – Nuovo Paese Sera.

 

In attesa che dal Governo arrivino notizie concrete sul destino di Pian dell’Olmo, il commissario straordinario ai rifiuti Goffredo Sottle ha firmato la revoca del decreto di occupazione di Quadro Alto. A riferirlo ai cittadini di Riano, in presidio, è stato il sindaco Marinella Ricceri, che ha commentato: “Questa è una prima e straordinaria vittoria ottenuta dai cittadini, dall’amministrazione comunale, dai comitati contro le discariche. E’ una vittoria di tutti coloro i quali si sono battuti a difesa di Quadro Alto, di Riano, dell’intera Valle del Tevere-Parco di Veio”, ha detto il sindaco, che ora insieme ai cittadini aspetta arrivi il no definitivo anche all’ipotesi di una discarica a Pian dell’Olmo.

RIANO CHIEDE UN RISARCIMENTO – Il vicesindaco di Riano, Italo Arcuri, parla di “prima giustizia”, sia per “i cittadini di Riano” che per quelli “dell’intero comprensorio”.  “E’ da otto mesi – ha aggiunto il vicesindaco – che Riano è bloccata da tutti i punti di vista. Economico e sociale, con le attività commerciali che hanno visto dimezzato il fatturato” e con “l’intera cittadinanza che da mesi non pensa ad altro che alla lotta alla discarica. I danni causati da questo vero e proprio accanimento terapeutico sono terribili: serve un risarcimento”.

ATTESA PER PIAN DELL’OLMO – “Le cronache degli ultimi otto mesi – ha spiegato Arcuri – hanno nomi e cognomi: Regione, Provincia, Comune di Roma e Stato. Lo studio messo a punto dalla Regione che contiene i sette siti su cui si sono basati i due commissari per l’emergenza rifiuti, tra cui Quadro Alto e Pian dell’Olmo, ci hanno messo in ginocchio e causato danni enormi. Speriamo solo che dopo questa firma, il commissario Sottile dichiari non fattibile quanto prima anche Pian dell’Olmo. Così tutti ritorneremo a una vita serena e tranquilla”.

LA SITUAZIONE IN STALLO – La situazione in stallo dunque, come aveva riconosciuto anche la governatrice del Lazio, Renata Polverini, in questi giorni: “Da quando si è cambiata idea rispetto alla prima proposta formulata dal prefetto Pecoraro si fa fatica a individuare un’altra soluzione per problemi a volte tecnici e in altri casi di tenuta sociale del territorio”. Per ora una soluzione che sembra prendere sempre più corpo è quella di portare i rifiuti all’estero, come ha proprosto il Commissario Sottile. Una soluzione fallimentare secondo molti, e secondo la stessa presidente della regione. Anche le associazioni ambientaliste alzano le barricate. “Assurdo, inutile e irresponsabile – secondo Legambiente, che aggiunge “sarebbe pure costosissimo per le tasche dei cittadini, quando è chiaro che Roma deve risolvere il problema agendo sulla differenziata porta a porta, sulla riduzione e sul riuso”.

LE PROPOSTE – Mentre una cosa certa è la proroga della discarica di Malagrotta che “non chiuderà mai se si continuerà a giocare al toto-discarica alle condizioni attuali”, secondo Legambiente che propone di “allargare la capacità dell’impianto di compostaggio a Maccarese, convertire subito gli impianti di Tmb (trattamento meccanico biologico n.d.r.) esistenti per massimizzare il recupero di materia piuttosto che costruirne un quinto inutile, abbandonare l’idea del nuovo gassificatore di Albano visto che quello di Malagrotta sembra bloccato da mesi. E si deve pure smettere di dire che non ci sono i soldi, visto che nel 2012 i romani daranno al Comune 719 milioni dalla tariffa rifiuti”.

di Eleonora Formisani
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...