Un uccellaccio nero volteggia su Pian dell’Olmo

Oggi sul quotidiano “La Repubblica” in prima pagina è uscito un’articolo pesantissimo e offensivo nei confronti del Prefetto Commissario, del Ministro dell’Ambiente ma soprattutto, per quanto ci riguarda, nei confronti dei cittadini di Riano e delle amministrazioni che stanno combattendo questa battaglia di civiltà e legalità contro la discarica a Pian dell’Olmo chiedendo semplicemente il rispetto delle leggi in vigore.

(Ovviamente altri personaggi sono stati risparmiati)

Per inciso questo giornale sta facendo rullare i motori per candidarsi al governo del paese con una sua nuova formazione politica, pertanto questo attacco per di più nella prima pagina nazionale rappresenta un bel biglietto da visita sul suo programma di governo.

Non posso qui riportare l’articolo in questione perchè Repubblica vole li sordi per riprodurre i suoi scritti (okkio ragazzi, piuttosto non linkate più articoli di questo editore, tanto in termini di informazioni possiamo trovare mille altre fonti).

Veniamo al dunque: al grido di “la discarica a Riano senza se e senza ma” questo articolista si lancia in invettive pesantissime degne di denuncia per diffamazione a mezzo stampa. Comincia con il prendersela con il Prefetto e con il Ministro dell’Ambiente per poi arrivare ad infangare i cittadini di Riano disegnandoci come se fossimo truppe di Casa Pound o che produciamo velocissimi studi idrogeologici di parte (in realtà prodotti almeno un anno fa) .

Preso dall’impeto, in un delirio da eroina tagliata male il nostro uccellaccio nero scorge truppe accampate, Ho Chi Min, Qui, Quo Qua evidentemente avvezzo più alla lettura di Topolino e Tex Willer che delle direttive e leggi europee sulla gestione dei rifiuti, per non parlare della Costituzione Italiana.

Il messaggio sembra essere:

Ma non dobbiamo farci intimorire dagli “etruschi” (che saremmo noi Rianesi: se doveva essere un’offesa in realtà ci rende orgogliosi): noi Romani non possiamo permettere l’affronto di ritrovarci la monnezza per strada perchè non siamo capaci di fare la differenziata. A costo di chiamare l’esercito, i Marines, Zagor e i Fantastici Quattro portiamo questa cazzo di monnezza a casa degli Etruschi e non se ne parli più!

*

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...