Caos rifiuti, Pecoraro lascia – Lettera43

Ennesimo colpo di scena nella vicenda della gestione dei rifiuti di Roma…

 

Caos rifiuti, Pecoraro lascia – AMBIENTE.

 

Aveva dichiarato di non avere alcuna intenzione di mollare il colpo sulla costruzione di una nuova discarica di rifiuti a Roma ma, a quanto pare, non ha resistito alle pressioni.
Il prefetto Giuseppe Pecoraro ha deciso di dimettersi: tramite una nota, pubblicata il 24 maggio, ha lasciato l’incarico di Commissario delegato per l’emergenza immondizia nella capitale.
L’annuncio è arrivato tramite un comunicato del governo in cui è stato già indicato il sostituto, deciso dal consiglio dei ministri: si tratta del prefetto Goffredo Sottile.
«Il Consiglio dei ministri dà atto al commissario di aver agito con assoluta correttezza, nel rispetto delle procedure, e con lodevole impegno personale» si legge nella nota.
UNA VICENDA CHE HA MANDATO IN TILT IL GOVERNO. La vicenda della discarica romana ha mandato in tilt il governo negli scorsi giorni, con Pecoraro deciso (alcuni studi alla mano) di volerla costruire sul sito di Corcolle che si trova però a poche centinaia di metri da quello archeologico di Villa Adriana.
Quando il premier Mario Monti aveva espresso fiducia al prefetto si era scatenata la polemica. Il ministro dei Beni Culturali Lorenzo Ornaghi ha miniacciato a sua volta le dimissioni, finendo per recarsi di persona a un sopralluogo a Corcolle, furioso.
Contrari alla costruzione della discarica in questo luogo anche gli ambientalisti, molti politici tra cui il sindaco di Roma Gianni Alemanno e il ministro degli Interni Annamaria Cancellieri.
Appoggiava apertamente Pecoraro soltanto la presidentessa della Regione Lazio Renata Polverini.
CLINI ASSICURA: «DISCARICA ARCHIVIATA». Le dimissioni di Pecoraro hanno, di fatto, archiviato l’ipotesi della discarica a Carcolle. Il ministro dell’Ambiente Corrado Clini, lasciando palazzo Chigi, ha detto: «La valutazione che avevamo già anticipato, così come quella del ministero per i Beni culturali, è stata accolta dal Cdm».
Il Consiglio dei ministri ha condiviso le considerazioni del ministro Clini sulla «responsabilità cronica delle amministrazioni competenti che non in grado di assumere decisioni adeguate e misure efficaci ad assicurare il rispetto delle direttive europee e delle leggi nazionali in materia di gestione dei rifiuti».

Venerdì, 25 Maggio 2012

*

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...