Rifiuti, due ipotesi e un salvagente rispunta la proroga di Malagrotta – Il Messaggero

 

Ecco qua, rispunta Pian dell’Olmo (cava vince, cava perde….)

 

Rifiuti, due ipotesi e un salvagente rispunta la proroga di Malagrotta – Il Messaggero.

La nuova discarica a Pian dell’Olmo o Monti dell’Ortaccio

di Mauro Evangelisti

ROMA – Prima riunione, ieri sera, della commissione insediata dal ministro dell’Ambiente, Corrado Clini, per risolvere il rebus discariche del Lazio a un passo dall’emergenza. Coordinata dal segretario generale del Ministero, vi partecipano i tecnici di Comune, Provincia e commissario per l’emergenza rifiuti (vale a dire del prefetto Giuseppe Pecoraro).

Il 22 marzo ci sarà un nuovo vertice con Clini: ci sono nove giorni per decidere. Avendo ben chiaro che il 30 giugno scade l’ultima proroga di Malagrotta e sarà assai arduo trovare qualcuno che si prenda la responsabilità di firmarne un’altra: il presidente della Regione, Renata Polverini, ha già detto che non lo farà; Pecoraro a questo punto non sembra disponibile. Il prefetto ribadisce le due scelte fatte per i siti: Corcolle e Quadro Alto (Riano). Ma ormai, anche alla luce dei vincoli posti dal Ministero per i Beni culturali, su Corcolle si va verso i titoli di coda.

I vincoli del ministero dell’Ambiente. Ieri il ministro per i Beni culturali, Lorenzo Ornaghi, lo ha detto senza timidezze: «Che si riesca a difendere e ad avere successo per Villa Adriana è un motivo di felicità per tutto il ministero, oltre che di soddisfazione per tutti i cittadini. Fin dal sorgere della vicenda il Mibac ha tenuto costantemente sotto controllo la questione e, su mia decisione, ha esercitato i suoi poteri di vincolo senza alimentare polemiche inutili». In sintesi: Corcolle addio. Ed era la soluzione per i quali i tempi sarebbero stati più rapidi.

Anche su Quadro Alto, la presenza di una falda acquifera (ma non solo) potrebbe convincere Clini a suggerire soluzioni differenti. Come se ne esce? Cosa succederà ai rifiuti del Lazio dal primo luglio? Ieri dal Veneto i primi schiaffi. L’assessore regionale all’Ambiente, Maurizio Conte: «Dopo le risorse per Roma capitale ci toccherà pure sborsare un’infinità di quattrini per Roma pattumiera e magari accettare proni i loro rifiuti. Così non sarà. Con i cospicui finanziamenti statali ricevuti da Alemanno e chi lo ha preceduto l’autosufficienza nella raccolta e nello smaltimento dei rifiuti non è stata raggiunta». In sintesi: il Veneto non accoglierà i rifiuti del Lazio.

Al di là delle polemiche, ora sono due le soluzioni praticabili: la prima guarda a Pian dell’Olmo, alla cave nel territorio di Roma (ma molto vicine a Riano). Questa tesi ieri è stata sostenuta anche dal capogruppo in Comune del Pd, Umberto Marroni: «Dopo che le amministrazioni di centrodestra hanno portato il sistema rifiuti regionale e romano in emergenza è necessario voltare pagina e aprire un tavolo con Governo, istituzioni e forza di maggioranza ed opposizione per affrontare le priorità, fra cui l’individuazione di un sito idoneo per una discarica temporanea, valutando l’ipotesi delle cave di Pian dell’Olmo, ed uno definitivo per inerti e Fos». La seconda, forse più probabile, è quella molto temuta dagli abitanti di Malagrotta e di tutta l’area di Valle Galeria: Monti dell’Ortaccio (a ridosso di Malagrotta), dove di fatto una discarica è già pronta. Ieri il presidente del Municipio XV, Gianni Paris, ha chiesto di incontrare Clini: «Tornare a prendere in considerazione Monti dell’Ortaccio è aberrante, è un crimine».

Mercoledì 14 Marzo 2012 – 10:27    Ultimo aggiornamento: 17:11
*
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...