La guerra lampo

Cava di tufo di Quadro Alto (Riano) - Presidio - 2 febbraio 2012 (da Paese Sera)

 

Era iniziato tutto come una piccola storia di provincia, un paio di anni fa con le voci della possibile apertura di una discarica nelle cave di tufo dismesse…una storia come tante in Italia.

A metà del 2011 c’è però una forte concitazione e accelerazione degli avvenimenti.

Sembra fatta…

Scatta il blitz ferragostano da parte del presidente del consiglio: la dichiarazione di stato d’emergenza per la gestione rifiuti di Roma e la nomina  del prefetto di Roma a commissario per la scelta delle nuove discariche per i Rifiuti di Roma. Il tutto per chiudere Malagrotta entro il 31/12/2011 e continuare come prima, buttando però i rifiuti da un’altra parte.

(Il prefetto era appena risultato essere, a suo dire, “amico di famiglia” di un personaggio considerato a capo di una loggia massonica deviata denominata P4 che opera(va) nella gestione di notizie riservate, appalti,… nomine  – poi effettivamente condannato.)

Pochi giorni prima c’era stata una grande manifestazione dei cittadini di Riano alla quale la governatrice del Lazio e il presidente della provincia di  Roma avevano risposto prendendo sostanzialmente per il culo i Rianesi: “piccoli siti”,  “solo rifiuti trattati” , “nessuna Malagrotta2” , “premi per i comuni che ospitano le discariche” e via chiosando.
Il più furbo sembrò essere il sindaco di Roma che si distinse per il silenzioso defilarsi…

In qualche modo però i tempi si sono allungati…

Durante e dopo l’estate sono fioccate le manifestazioni, i ricorsi, il tam-tam che ha tolto dall’isolamento Riano (e Corcolle e Fiumicino) fino ad arrivare alla fine del 2011 con una nuova proroga della discarica di Roma.

Sicuramente un elemento cruciale è stato il fenomeno dei comitati Rifiuti Zero.
A fronte di un siparietto politichese tutto incentrato solamente su quale fosse la discarica alternativa a malagrotta, sono entrati a gamba tesa questi comitati con l’idea “sconvolgente” che si dovesse passare alla raccolta differenziata porta a porta, al riciclo, riuso e recupero, superando l’alternativa del diavolo e la guerra tra poveri  su chi dovesse prendersi nel proprio giardino la monnezza di Roma.  Non da meno si è cominciato a coinvolgere i cittadini romani in questo cambio di prospettiva e nel doversi assumere le proprie responsabilità.
I politici, poveretti,  a quel punto non sapevano più cosa rispondere, balbettavano confusi, parlavano d’altro…

Uno studio a parte meriterebbe il ruolo del proprietario di Malagrotta e degli azionisti della società di gestione COLARI che hanno acquistato anche la cava di Riano con una formula stranissima:
pagheranno l’acquisto della cava non subito come si fa normalmente quando si acquista un terreno, ma solo con una quota dei proventi dell’immondizia che verrà sversata…(e nel contratto si parla anche di rifiuti speciali!)

E’ di questi giorni infine l’occupazione manu militari o presa di possesso, da parte del prefetto con centinaia di carabinieri, della cava di tufo di Riano con “l’impegno” ad effettuare i rilievi di idoneità (dopo aver occupato l’area!? Non li potevano fare prima?) insieme con i tecnici del comune di Riano.
Si è passati quindi ad una “guerra di trincea”, visto che il blitz estivo è fallito,  una guerra lunga e faticosa (ma ricordiamoci che i NO-TAV sono 23 anni che lottano per la difesa della loro stupenda Val di Susa)

Infine occorre rilevare che , se non bastasse, altri scenari potrebbero cominciare a aprirsi per la gestione degli appalti, dei trasporti, ecc.

…E pensare che era iniziata come una piccola storia di provincia….

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...